parallax background

Malattie veneree uomo: quali sono, i rischi e come evitarle

18 giugno 2017
Sessualità e adolescenza, consigli per i giovani alle prime esperienze
18 giugno 2017
Come sedurre un uomo, dalla conoscenza al rapporto sessuale
28 giugno 2017
Tempo di lettura: 2 minuti

L’Aids, la clamidia, l’epatite, la gonorrea, l’Herpes virus e la sifilide. Sono queste, con rischi e complicanze più o meno gravi, le malattie veneree maschili, ovverosia le principali malattie che si possono trasmettere attraverso il sesso. Nella maggioranza dei casi, anche se si fa sesso spesso e regolarmente, è possibile tenere lontano le malattie veneree attraverso l’uso del preservativo.

Malattie sessualmente trasmissibili, le più diffuse

Il profilattico, infatti, rappresenta un’ottima protezione ma comunque non è sicuro al 100% in quanto non esclude i rischi di contagio legati a scambio e contatto con saliva, sangue e liquido seminale ad esempio durante il sesso orale.

Molto spesso, tra l’altro, il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili tende ad aumentare quando facendo l’amore, per la foga, e per l’eccesso di desiderio, si perde letteralmente il controllo e non si adottano le dovute precauzioni. Tutto ciò si verifica maggiormente quando a fare sesso sono i giovani che, tra l’altro, proprio al fine di non perdere il controllo non dovrebbero mai fare sesso dopo aver assunto alcool e/o droghe.

Per esempio, anche se rispetto al passato ci sono farmaci molto efficaci, una delle malattie trasmissibili sessualmente più pericolose è l’Aids. Per contrarre la malattia occorre fare un apposito test, quello della sieropositività, mentre malattie come la clamidia, causata dall’omonimo batterio, il Clamidia Trachomatis, si manifesta nell’uomo con uretriti ed epididimiti. Un’altra malattia venerea lui più comune, come sopra accennato, è l’epatite ed in particolare l’epatite B che si trasmette attraverso lo scambio di fluidi, dalla saliva all’urina e passando per il mestruo o le secrezioni genitali. I sintomi di chi contrae l’epatite B spaziano dalla febbre alla nausea ad una sensazione di malessere diffuso, e fino ad arrivare all’anoressia.

Un’altra malattia venerea che l’uomo deve evitare è la gonorrea che è causata dal Gonococco di Neisser, e che provoca bruciori acuti dell’uretra specie al momento di urinare. In certi casi, inoltre, la gonorrea, che ha un periodo di incubazione che varia dai 3 ai 5 giorni, e che colpisce i giovani come gli adulti, porta anche ad avere perdite di liquido chiaro e deve essere curata tempestivamente con la terapia antibiotica al fine di evitare complicanze legate all’infezione.

In genere la maggioranza delle persone che, facendo sesso, contrae malattie veneree, è quella che ha rapporti sessuali con partner occasionali. Per rimanere infatti lontano da malattie come l’Aids, la clamidia, l’epatite, la gonorrea, l’Herpes virus e la sifilide, la soluzione non è solo quella di utilizzare il preservativo, ma anche di essere fedeli.

La fedeltà di coppia infatti impone di avere un partner fisso, mentre con i rapporti sessuali occasionali il rischio di malattie veneree maschili e femminili aumenta in quanto il contagio è escluso se e solo se la persona con cui si fa sesso non sia affetta da una malattia sessualmente trasmissibile. Di conseguenza, anche con i partner occasionali è necessario, senza imbarazzi o timidezze, discutere del problema delle malattie veneree e dei rischi andando così a concordare le misure precauzionali da prendere prima di avere un rapporto sessuale.

Test malattie veneree

Per quanto sia assolutamente d’obbligo il consulto con un medico specialista, è possibile acquistare online in forma anonima dei test per le più comuni malattie veneree in modo da poter avere un primo responso da condividere con il proprio medico.

Sexy Shop